21 Maggio 2024

Il percorso a Morra De Sanctis

l "percorso comunale particolare " che Vi suggeriamo di seguire è quello che si snoda all'interno del comune di Morra De Sanctis che è uno dei Comuni aderenti all'Associaziione dei Comuni della Via della Fede di San Pio. In questo Comune è nata la beata Maria Gargani, figlia spirituale di Padre Pio.
Beata Maria Gargani
La Maria Gargani nasce il 23 dicembre del 1892 a Morra De Sanctis. Ultima di otto figli. Il padre, prof. Rocco Gargani e la madre Angiolina De Paula, erano ferventi religiosi. Nel 1913 va a fare la maestra a San Marco La Catola dove aveva una sorella. Fu il suo padre spirituale, padre Agostino da S. Marco in Lamis che l'affidò a Padre Pio prima di partire come cappellano militare per la guerra del 1915. La Maria e Padre Pio si incontrarono una prima volta a San Marco La Catola. Fu lui a convincerla di rinunciare a chiudersi in un convento per costituire invece un'istituziione come quella delle Apostole del Sacro Cuore. La corrispondenza tra Padre Pio e Maria Gargani inizia ad Agosto del 1916. quando Padre Pio accetta di diventare il suo padre spirituale e risponde alla richiesta della Gargani il 26 di agosto. La direzione spirituale durò così per tutta la vita.
La Casa di Maria Gargani
Facendo un breve tragitto dalla piazza del Municipio, in leggera discesa, si giunge a quella che era la casa dove è nata la Maria Gargani. La casa è stata più volte ristrutturata, anche a seguito del sisma. Una lapide posta sul fianco della casa parla di lei.
La Chiesa di San Pietro e Paolo e Campanile
Il Castello Biondi-Morra e la storia dei luoghi
Il primo insediamento risale all'età del ferro al tempo della Cultura di Oliveto-Cairano che si sviluppò tra il IX e il VI secolo a.C. lungo l'asse naturale di collegamento tirrenico-adriatico del sistema fluviale Sele-Ofanto. Dopo i Sanniti, Morra fu conquistata dai Romani. Il Castello fu fondato, con ogni probabilità, dai Longobardi nel IX secolo. Nelle lotte dinastiche tra gli Angioini e i Durazzeschi, il feudo andò prima ai Giamvilla e poi ai Caracciolo. Nel 1618 Marco Antonio Morra si occupò del suo restauro. Dopo il sisma del 1980 il castello è stato interamente recuperato e funzionante.
L'importanza strategica del sito trova conferma in epoca romana nella strada che dalla Via Appia portava fino all'antica Compsa. Su questa strada si sviluppò il feudo-castello di Castiglione di Morra, scomparso alla fine del XII secolo. Nel periodo normanno fino al 1385 Morra fu feudo dell'omonima famiglia baronale
Va ricordato che a Morra è nato Francesco De Sanctis il 28 marzo del 1817. Ricordiamo che il 9 settembre del 1860 fu nominato da Garibaldi Governatore di Avellino e divenne nel 1861 il primo Ministro della Pubblica Istruzione del Regno d'Italia (governo Cavour). Nel 1870 scrisse la "Storia della Letteratura Italiana. Morì a Napoli il 29 dicembre del 1883. Ogni anno a Morra, in estate, si svolge il "viaggio sentimentale dei luoghi di Francesco De Sanctis, uno spettacolo di teatro itinerante tra i le strade, i vicoli e i cortili del centro storico.
Il tempo a disposizione non è stato molto per cui ci siamo ripromessi di tornare per vedere l'Antiquarium che custodisce i corredi funebri della necropoli sannitica di Piano Cerasulo e i reperti emersi dagli scavi archeologici in località Piano di Tivoli.
i Libri
Cantieri aperti
Il Ministero del Turismo ha invitato la Regione Campania a individuare due Cammini interessanti presenti all'interno del territorio regionale da inserire in un programma nazionale chiamato Cammini Aperti. Sono stati pertanto individuati 42 Cammini italiani che il 13 e il 14 di aprile hanno ospitato camminatori interessati a "fare il cammino". Il Cammino di Padre Pio dell'Associazione della Via della Fede di San Pio è stato scelto tra i due Cammini proposti dalla Regione Campania. Il tratto convenuto con il Destination Manager del Cammino è stato quello di Gesualdo-Morra De Santis. Il primo Cammino si è svolto a Gesualdo, tra il Castello e il Convento dei Cappuccini. Il secondo Cammino si è svolto a Morra De Sanctis tra la casa della beata Maria Gargani, la chiesa e il Castello.
13.04.2024 Accoglienza a Morra De Sanctis
Dalla Piazza del Municipio, dove ci attendeva il Sindaco e le suore, siamo andati a vedere dove la Maria Gargani è nata. Nello spiazzo antistante la casa, il nipote, il dott. Vincenzo Gargani ha ricordato la Santa e alcuni aneddoti derivanti dalla sua vicinanza alla Santa. Poi siamo risaliti e abbiamo visitato il palazzo Molinari ammirando gli affreschi dipinti con l'attenzione che risultassero splendenti in relazione all'ingresso della luce dalla finestra che guarda la valle sottostante. Siamo usciti quindi sulla grande terrazza da cui si ammira tutta la valle dell'Ofanto e da dove si scorge il lago di Varnicola. Qui ci siamo ripromessi di tornare per seguire il sentiero naturalistico che porta fino al lago dove poter ammirare il mulino ad acqua Donatelli, nella valle dell'Isca.
Siamo quindi risaliti verso la chiesa madre di SS. Pietro e Paolo, passando davanti alla statua di Francesco De Sanctis. La chiesa fu edificata nel XI secolo Sul lato destro della navata vi è l'accesso al sepolcreto gentilizio dei principi di Morra. All'interno della chiesa abbiamo ascoltato la suora Gloria che ha raccontato la vita della Beata Gargani e del rapporto di reciproco sostegno vissuto con Padre Pio.
Qui abbiamo timbrato la credenziale che gli ospiti portavano con sé e poi siamo saliti al Castello, dove abbiamo consumato il pranzo preparato dall'Agriturismo "La Masseria" e dall'Azienda Agricola "Covino".
Ci hanno fatto compagnia in tutto il Cammino, i membri della famiglia Gargani, Vincenzo (nipote della Santa) e i suoi due figli.
13.04.2024 - Produttore di salumi - Azienda Agricola Covino
Gli ospiti hanno potuto gustare i salumi e i formaggi che sono stati offerti dall'Aziienda Agricola Covino.
L'Aziienda si trova a Morra De Sanctis, in Via Selvapiana.
Per entrare in contatto con l'Aziienda: 34748785 - 32938288 - 3287303633
13.04.2024 - L'Agriturismo "La Masseria"

www.impresainsiemesrl.it
cookie